Forza Sassuolo
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Pomini: “Il Sassuolo ha ampi margini di crescita, la settimana prima di Livorno…”

Le dichiarazioni di Alberto Pomini, ex portiere del Sassuolo, sul momento dei neroverdi e sull'attuale tecnico del club Dionisi

pomini

L’ex portiere del Sassuolo Alberto Pomini ha rilasciato una lunga intervista a Numero Diez in cui tra le tante domande ha parlato anche del Sassuolo. Qualche mese fa, ForzaSassuolo aveva intervistato Pomini, e potete recuperare le sue dichiarazioni QUI.

DIONISI. “Ho avuto Dionisi nel mio primo anno a Venezia. Siamo quasi coetanei, tra noi il rapporto è andato oltre quello che c’è tra allenatore e giocatore, si è instaurato un rapporto di amicizia. Lui ha fatto molto bene perché già lì aveva le idee chiare pur essendo una delle primissime esperienze in panchina. Ha pian piano smussato il metodo di lavoro e ha acquisito sempre più consapevolezza: ero sicuro che uno come lui avrebbe fatto il grande salto. Quest’anno con il Sassuolo dovrà lottare un po’ di più rispetto agli anni precedenti data la politica di ricostruzione giovanile. Ci sarà un po’ da soffrire, ma con il suo metodo e le sue capacità ha buone chances di portare a casa il risultato. Sicuramente questa squadra ha ampi margini di crescita. L’incognita del Sassuolo è sempre stata legata al fatto di essere un ambiente piccolo e ricco di giovani con poca esperienza in Serie A, il fatto di dover fare punti può pesare di più rispetto al giocare con un po’ più di serenità galleggiando in una posizione tranquilla. In questo momento dovranno fare punti, la sconfitta di Cagliari è stata una bella mazzata. Per un calciatore giocare a mente sgombra e giocare per dover fare punti è completamente diverso, servirà capire quando riusciranno a venirne fuori”.

DI FRANCESCO. “Sono molto contento per Di Francesco. Viene da alcuni anni difficili in cui il suo lavoro è stato interrotto troppo prematuramente. Conoscendolo bene so che alcune scelte non sono dipese da lui, ma da quello che si era venuto a creare intorno. Sono contento che sia ripartito, secondo me il Frosinone è una delle squadre ad aver mostrato uno dei più bei giochi. Il mister è riuscito a tirare fuori le qualità di alcuni giovani, spinti sicuramente anche dalla voglia di crescere e di farsi vedere. Tra i ricordi più belli che conservo con lui c’è sicuramente l’ultima settimana in vista della gara contro il Livorno che ci ha fatto andare in Serie A. È stata una di quelle settimane vissute ad altissima intensità, dove abbiamo condiviso tanto a livello umano. Ricordo tutto con grande affetto, ma forse quella settimana è stata quella che umanamente ci ha avvicinati di più”.

POSSIBILI NUOVE SQUADRE SUL MODELLO SASSUOLO.Noi avevamo una proprietà molto forte, una delle più forti d’Italia. Avere alle spalle un’organizzazione, una società così aiuta. È chiaro che per dare continuità ad un progetto di questo tipo bisogna rimanere in Serie A per almeno 3-4 anni, mentre ultimamente stiamo vedendo neopromosse che retrocedono dopo massimo un paio di anni dalla promozione perché mantenere un livello alto non è affatto semplice. Al momento non credo ci siano squadre in grado di fare quella parabola, oltretutto perché Sassuolo è una piccola realtà (40mila abitanti, ndr) e vedere la squadra di una città così piccola fare quello che abbiamo fatto noi non è scontato. Poi sicuramente ci sono alcune provinciali che stanno facendo molto bene; penso al Bologna, ma lì si tratta di una città ben più grande. Ad oggi l’unica città che potrebbe avere le stesse caratteristiche del Sassuolo è Empoli, ma la squadra non ha trovato stabilità nel massimo campionato, alternando retrocessioni a promozioni”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

sassuolo femminile
Il programma delle prime giornate della Poule Scudetto, che vedrà il Sassuolo Femminile impegnato dal...
Ballardini è pronto ad approdare in neroverde e proverà a guidare il Sassuolo verso la salvezza...
ballardini
Davide Ballardini può essere definito il maestro delle salvezze e c'è una statistica che lo...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri,...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...