Forza Sassuolo
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Viassi su Boloca: “Ha i piedi per terra, il Sassuolo è il top per lui “

Le parole di Fabrizio Viassi, ex allenatore di Boloca, sul giocatore che sta facendo tanto bene nel centrocampo del Sassuolo

boloca

Fabrizio Viassi, ex allenatore di Daniel Boloca ai tempi del Fossano, ha parlato del giocatore che ha visto crescere sotto i suoi occhi. Il centrocampista che ha contribuito alla promozione del Frosinone è ora diventato un punto fermo del nuovo Sassuolo di Dionisi. Un misto tra qualità e quantità che a fianco a Matheus Henrique sta trovano ritmo e migliora partita dopo partita. Andiamo a leggere le parole di Viassi.

BOLOCA ORA. “Sono contento per lui perché è il coronamento di tutti i sacrifici che ha fatto. Nel calcio purtroppo non tutti quelli che fanno dei sacrifici poi ottengono dei risultati di quel livello, però conoscendo bene Daniel e ciò che ha passato prima di incontrarlo sono davvero felice per lui. Ho letto le dichiarazioni di Dionisi quando dice che ne parla bene perché è convinto che non farà voli pindarici. E Daniel da questo punto di vista è in effetti un ragazzo che ha i piedi per terra, sicuramente non sarà una meteora che farà giusto qualche partita in Serie A e per via di un atteggiamento sbagliato rischia di perdersi. La strada di Boloca sarà diversa perché il suo passato lo spingerà a fare sempre le cose in grande e migliorarsi costantemente. E soprattutto mettersi in discussione anche dopo partite importanti come quella con la Juventus e l’Inter”.

PRIMO CLUB. “Il primo club che si è mosso concretamente per Boloca è stato lo Spezia di Angelozzi che in quella stagione era lì con loro. Ci sono dei video del giorno della loro promozione dalla B alla A in cui Daniel era in campo a festeggiare con gli altri calciatori dello Spezia, perché in quella stagione di D il campionato fu interrotto a marzo a causa del Covid e su loro richiesta decidemmo di dare a Daniel la possibilità di allenarsi con lo Spezia. Però alla fine di quella stagione Angelozzi andò via e lui non fu tesserato. Venne di nuovo con noi a Fossano per fare giusto qualche allenamento perché poi il direttore lo chiamò per andare con lui al Frosinone. Fece un grande colpo, lo portò subito in prima squadra. Il Crotone ad esempio che incontrammo in precedenza a Milano voleva prenderlo ma parcheggiarlo inizialmente in Lega Pro e lui rifiutò”.

CARATTERISTICHE. “Mi viene difficile paragonarlo a qualcuno, preferisco parlare di caratteristiche. Ha tutte le giocate di un play anche se gli manca il lancio lungo ma è molto bravo nel corto, negli inserimenti, ha grande dominio palla nel breve. E’ un giocatore particolare e per certi versi diverso dagli altri. E’ uno da 4-3-3 con la differenza secondo me che può fare sia la mezzala che il play. Per me è molto più play che mezzala però, perché lui deve lavorare tanti palloni proprio come lo sta utilizzando ora Dionisi. Il Sassuolo è il top per Boloca, come ambiente e come situazione non gli poteva capitare di meglio. Per il suo percorso professionale dopo l’esperienza con il Frosinone è perfetta come tappa intermedia. Un passaggio giusto per fare vedere tutte le sue doti e le sue qualità. Ma sarebbe in grado di reggere anche altre pressioni perché lui è uno che si diverte a giocare a calcio”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Sassuolo
Il match dei ragazzi di Bigica, perso contro l'Inter, raccontato da noi in poche righe...
sassuolo lecce biglietti
Tutte le informazioni utili sui biglietti per Sassuolo-Lecce, sfida in programma domenica 21 aprile alle ore 12:30...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

Altre notizie