Forza Sassuolo
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

L’ex Acerbi furioso: “Non sono razzista, contro di me grande accanimento…”

Le parole di Acerbi che, chiudono definitivamente il caso legato all'episodio di razzismo contro Juan Jesus

Acerbi

In un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, Francesco Acerbi, difensore dell’Inter, ha voluto chiudere il caso, che ha tenuto banco per settimane, riguardante il suo presunto insulto razzista nei confronti di Juan Jesus. Di seguito le parole dell’ex Sassuolo.

L’IDOLO. “Il mio idolo era Weah, non sono mai stato razzista. Lui fu uno dei primi a contattarmi dopo la notizia del tumore“.

IL MOMENTO. “La situazione che si è creata mi ha intristito: c’è stato grande accanimento contro di me. Così si umilia solamente la persona, minacciando per giunta la famiglia, per una cosa che era finita in campo“.

L’ACCUSA. “Il razzismo è una cosa seria, non un presunto insulto. Se l’arbitro dovesse scrivere, tutto quello che sente, con carta e penna dovrebbe correre con lo zaino. Però finisce sempre tutto in campo, altrimenti diventa tutto condannabile, anche gli insulti ai serbi, agli italiano, alle madri“.

L’AMMISSIONE. “Chi sbaglia deve pagare, come quando ho mostrato il dito medio ai tifosi della Roma, che mi urlavano ‘devi morire‘. In migliaia lo gridavano a me che sono guarito due volte da un tumore e che sono testimonial dell’AIRC. La malattia, in confronto a quello che sto vivendo ora, è una passeggiata“.

UN SOLO TIMORE. “Se ti danno 10 giornate e passi per razzista saresti finito non come calciatore, cosa che mi interessa fino a un certo punto, ma come uomo“.

LA RABBIA. “Tutti hanno emesso la sentenza ancor prima che uscisse e per molti sono ancora razzista. Sinceramente non ci sto. Le gogne mediatiche non vanno bene e non risolvono il razzismo“.

SULL’EUROPEO. “Preferisco non parlare della Nazionale, devo discutere prima con Spalletti. Sono stanco, metto un punto alla vicenda, non voglio più parlarne“.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

obiang
Pedro è carico e cerca di trasmettere la propria energia sia in campo che ai compagni...
shpendi
Shpendi, attaccante del Cesena, piace a diversi club in Serie A, tra cui il Sassuolo...
Viña
L'ex calciatore del Sassuolo Matias Viña è stato protagonista di un episodio spiacevole nel corso...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

Altre notizie