Forza Sassuolo
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Jacobelli a ForzaSassuolo: “Dare il Sassuolo per spacciato è un errore, Dionisi non ha avuto tanta fortuna”

Le dichiarazioni di Xavier Jacobelli in esclusiva ai nostri microfoni sulla stagione del Sassuolo e sul rendimento di alcuni singoli, come Laurienté

jacobelli

Il noto giornalista ed editorialista del Corriere dello Sport Xavier Jacobelli ha rilasciato un’intervista esclusiva ai microfoni di ForzaSassuolo. Tanti i temi analizzati, a partire dalla salvezza del Sassuolo, passando poi per un’analisi dei giocatori neroverdi, su tutti Pinamonti e Laurienté.

JACOBELLI SUL SASSUOLO

LA STAGIONE DIFFICILE DEI NEROVERDI. “Da quando il Sassuolo è in Serie A questo è il campionato più difficile. La classifica parla chiaro, è anche vero che ci sono Sassuolo, Frosinone, Empoli, Cagliari, Verona e Udinese nel giro di quattro punti e sarà bagarre fino alla fine. Dal punto di vista tecnico il grave infortunio di Berardi ha penalizzato i neroverdi, perché parliamo dell’anima e del simbolo del Sassuolo. Un giocatore che con la maglia del Sassuolo ha inanellato numeri impressionanti, dimostrando il suo valore anche con la Nazionale. Quando si cominciano ad affrontare stagioni con infortuni e da risultati negativi, nonostante una brillante prima parte, è evidente che le difficoltà si moltiplichino. A nove giornate dalla fine dare il Sassuolo per spacciato è un errore, se io guardo il calendario i neroverdi hanno l’Udinese, poi la Salernitana e dopo il Milan ci saranno il Lecce e il Cagliari. Bisogna capire quale sia la condizione della squadra dopo la sosta“.

ESONERO DI DIONISI. “A me è dispiaciuto molto perché ritengo Dionisi tra i più preparati dell’ultima generazione di tecnici italiani, tant’è che si era guadagnato ampiamente la conferma sul campo. La sua prima stagione era arrivato undicesimo, mentre nella seconda tredicesimo, raggiungendo l’obiettivo prefissato della salvezza. La sconfitta con l’Empoli gli è stata fatale però io ritengo che sia un allenatore che non ha avuto tanta fortuna. Penso che quella sia stata una decisione che la società neroverde abbia preso per cercare di dare una nuova spinta alla squadra, ma sono sicuro che Dionisi avrà certamente nuove occasioni in futuro“.

SULLA ROSA DEL SASSUOLO E SUL RENDIMENTO DI PINAMONTI E LAURIENTÉ

JACOBELLI SU PINAMONTI IN NAZIONALE. “La questione centravanti della Nazionale in questo momento vede Retegui, alla luce del suo ottimo rendimento, come sicuro convocato per uno dei posti da attaccanti. Ce ne saranno anche altri, anche Scamacca, a proposito di Sassuolo, ha buone chance di essere convocato da Spalletti. Nove partite a disposizione di Pinamonti per dimostrare di potersela giocare e se dovesse riuscire a salvare il Sassuolo con le sue prestazioni, riuscirebbe ad attirare l’attenzione di Spalletti, che comunque lo sta seguendo da inizio stagione“.

LAURIENTÉ. “Quando un giocatore si lascia alle spalle una stagione di così alto livello, come l’ultima, confermarsi a questi livelli non è mia scontato. Una delle cause del rendimento, finora deludente, di Laurienté è che il giocatore è stato risucchiato dalla crisi di gioco della squadra. Il suo valore non deve comunque essere messo in discussione, dipenderà da lui. Io ricordo anche cos’ha dimostrato nella scorsa stagione, per cui, da estimatore di questo giocatore, credo che possa dimostrare in queste nove e decisive partite quale sia il suo vero valore“.

ROSA DEL SASSUOLO. “Secondo me ci sono delle individualità molto interessanti. Nell’arco di una società si registrano annate molto positive. Il Sassuolo è una società modello e un esempio per il calcio italiano, perché parliamo di una realtà che possiede lo stadio, che possiede uno splendido gioiello di centro sportivo. Stiamo parlando di una società che è l’espressione di una città molto importante dal punto di vista economico e di una società che grazie alla gestione dei suoi dirigenti ha dimostrato di meritare di stare in Serie A e di continuare a volerci stare. Dopo anni e anni in cui il Sassuolo si era battuto per posizioni più alte di classifica, è anche normale che abbia incontrato delle difficoltà in questa stagione, però questa è una rosa che ha tutto per salvarsi”.

LE PAROLE DI JACOBELLI SUL BOLOGNA E SUL FUTURO DI THIAGO MOTTA

BOLOGNA. “Il Bologna e Joey Saputo stanno raccogliendo i frutti di un lavoro decennale. Una proprietà che ha acquistato il centro sportivo di Casteldebole e che ha un progetto stadio molto ambizioso. Si parla di un Dall’Ara pronto e ristrutturato per la stagione 2027/28. Il Bologna legittima il suo quarto posto e ha il gioco, gli atleti, l’allenatore e gli uomini giusti in società per tagliare quello che sarebbe un traguardo storico a sessanta anni esatti dalla conquista del suo ultimo Scudetto. Il ruolo di Motta è sicuramente quello di artefice primo dei risultati della squadra, ma vorrei rimarcare anche una società nella quale Sartori si è inserito nel modo migliore, dimostrando di essere uno dei più bravi dirigenti nel calcio italiano. Il Bologna ha la classe di Zirkzee, che sarà tra i protagonisti del prossimo mercato. Poi vedremo se il Bologna, come io mi auguro, confermerà sia l’attaccante olandese sia il suo allenatore in caso di qualificazione in Champions. Saranno i diretti interessati a decidere il loro futuro”.

FUTURO DI MOTTA. “Motta ha risposto nel modo migliore negli ultimi giorni, dicendo che vuole godersi il presente. La posizione di Motta è di assoluta forza, sa di essere uno degli allenatori più brillanti e sa di interessare a diversi club. Giustamente in questo momento sta guidando il Bologna verso un traguardo storico che illuminerebbe sia la società che la sua carriera”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Jacobone
Le dichiarazioni, in esclusiva, ai nostri microfoni di Alessandro Jacobone, esperto del mondo rossonero...
sozza iannone
L'ex arbitro Antonio Iannone ha rilasciato alcune dichiarazioni ai nostri microfoni di ForzaSassuolo.it per analizzare...
Caselli ex sindaco sassuolo
In questo periodo di forte crisi neroverde, abbiamo voluto chiedere il parere dell'ex sindaco sassolese...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

Altre notizie