Forza Sassuolo
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Dionisi: “La squadra è viva, abbiamo messo a tacere chi ci critica…”

Le parole ai microfoni di DAZN di Alessio Dionisi a margine della vittoria del Sassuolo al Castellani di Empoli

dionisi

Le dichiarazioni post-partita, ai microfoni di DAZN, di Alessio Dionisi, a seguito della vittoria (3-4, ndr) rocambolesca e al cardiopalma ottenuta dal suo Sassuolo sul campo dell’Empoli di Andreazzoli, grazie ad un super Berardi e a un ritrovato Matheus Henrique.

Una partita infinita, difficile, ma che alla fine ha riportato i neroverdi alla vittoria…

Dopo aver visto com’è finita la partita va bene così. C’è rammarico perché non abbiamo chiuso la gara, ma oggi  abbiamo ricevuto una bella iniezione di fiducia, specialmente in un momento positivo per loro, che prima di oggi avevano battuto Napoli e Fiorentina.

Siamo andati sotto dopo poco ancora per un episodio e siamo stati capaci di rimontare nuovamente. Abbiamo tanto su cui lavorare perché oggi abbiamo subito altri tre gol e abbiamo dovuto farne 4 per vincere, tra l’altro fuori casa“.

Cosa vi siete detti lei e Berardi alla fine del match, chi stava rimproverando?

Sul 3-3 Domenico stava dicendo di fare fallo a Mulattieri perché si poteva evitare di subirlo, ma abbiamo pagato un po’ di inesperienza dei ragazzi nuovi che si farann0 ma che devono spingere sempre di più, perché dovranno farsi in fretta.

Io sono contento che Domenico sia tornato al gol su azione, perché lui sente il peso e la responsabilità delle partite e della squadra, inoltre gli avversari lo sanno quanto è determinante per noi. Dopo 3 anni il rapporto con lui e i suoi compagni è profondo e bello”.

Nella ripresa ha cambiato tutti gli interpreti d’attacco tranne Berardi, che messaggio voleva lanciare alla squadra?

Credo che per non abbassarti troppo devi pressare bene con i giocatori offensivi e il modo migliore per non calare era cambiare tutto l’attacco tranne Domenico per avere poi occasioni da gol.

Ripeto è un peccato perché il terzo gol, di Kovalenko, poteva compromettere una  prestazione nel complesso molto positiva, ma la squadra è viva e lo aveva già dimostrato nella partita precedente, così mettiamo a tacere chi parla negativamente della squadra”.

Una nuova posizione, inedita, per Thorstvedt, è il jolly della squadra?

Thorstvedt oggi l’ho messo sulla trequarti per non concedere troppo campo all’ Empoli, ma è ovvio che si poteva concedere qualcosa dietro, ma i ragazzi hanno interpretato bene la gara contro una squadra in fiducia, che corre tanto.

Abbiamo creato tanto e abbiamo segnato tanto, ma poi si sa un episodio sposta gli equilibri in Serie A, ma la squadra è rimasta compatta e non si è mai disunita“.

Torna titolare e torna subito decisivo, che giocatore è Matheus Henrique?

Ci tengo a spendere una nota per Matheus Henrique che ha fatto 90 min di pura qualità dopo 55 giorni d’assenza.

Non averlo in campo determina le prestazioni della squadra, ma averlo in campo fa la differenza, e oggi lo si è visto.

E’ alto 1.73 e ha fatto 3 gol di testa, questo dimostra che ha acquisito fiducia. Lui arriva dal Sudamerica dove il calcio è vissuto in modo diverso, non a caso quest’anno si sente molto più sicuro e se la gioca non solo in fisicità, ma anche nei tempi d’inserimento e nel suo secondo gol c’è tutto, qualità, tempo d’inserimento e impatto col pallone“.

 

Subscribe
Notificami
guest

6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Frosinone
I neroverdi preparano la prossima, delicata, sfida di campionato...
Berardi
Operazione perfettamente riuscita per Domenico Berardi, operatosi quest'oggi ...
berardi
Le dichiarazioni del professor Castellacci sul bruttissimo infortunio di Domenico Berardi, che lo terrà lontano...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri,...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...