Forza Sassuolo
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Inzaghi: “Dopo il doppio vantaggio è subentrata la paura…”

Le parole di Filippo Inzaghi, tecnico della Salernitana, a margine della gara pareggiata contro il Sassuolo di Dionisi

Le parole nella conferenza post-partita di Filippo Inzaghi riguardo il match, terminato in parità, disputatosi al Mapei Stadium contro il Sassuolo di Alessio Dionisi.

C’è rammarico per questo risultato, sono due punti persi o uno guadagnato?

Avevo chiesto alla squadra di partire forte, però so che la benzina nelle gambe in questo momento non è di 90 minuti. Siamo partiti bene e abbiamo giocato bene, potremmo guardare il bicchiere mezzo pieno. 

Non bisogna prendere l’ 1-2 in quel modo, si deve avere cattiveria e non farla colpire di testa a Defrel, ma impareremo a non concedere più quelle situazioni. 

Credo inoltre che avessimo fatto l’1-3 con Tchaouna, che ha avuto un’occasione clamorosa, saremmo stati più sereni. La squadra non vince da gennaio scorso e, probabilmente dopo il doppio vantaggio è subentrata la paura“.

I cambi nella ripresa e l’atteggiamento del Sassuolo

Ho fatto dei cambi, nella ripresa, mirati a limitare il Sassuolo, abbiamo avuto un’occasione importante mal sfruttata da Simy e, dunque, portiamo a casa questo punto, ottenuto su un campo molto difficile“.

Il momento della squadra e i miglioramenti progressivi…

La squadra è cambiata d’atteggiamento e la trovo molto migliorata da quando sono qua, ma queste partite vanno portate a casa con sacrificio e voglia. Sono sicuro che ce la faremo“.

Risultato che da slancio in vista delle prossime gare?

Purtroppo c’è la sosta, perché avremmo dovuto lavorare con tutti, per proseguire su questa strada. Ma stasera a dire la verità pensavo fosse la serata giusta per vincere“.

Come giudica la prestazione di Ikwuemesi?

Ikwuemesi ha fatto benissimo, sia per il gol che per la prestazione, al momento non ha tantissimo nelle gambe ma lavoreremo molto nella sosta, cercando di dargli continuità, così che possa arrivare a giocare bene, come oggi, per 70-80 minuti“.

Sulla mancata chiusura della gara e l’importanza di volersela sempre giocare a viso aperto…

Dobbiamo giocarci le partite a viso aperto. Non possiamo pensare a difendere, ma dobbiamo attaccare e fare gol perché abbiamo dimostrato di poterlo fare con tutti.

Ricordo che qui ha perso la Juve, per questo vedo tante cose buone, ma anche alcune cose meno buone, per fortuna ci sono ancora molte partite per potersi migliorare, il campionato è lungo malgrado il tempo passi“.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Accolta la richiesta della Procura Antidoping: Pogba dovrà stare fermo quattro anni, la sua carriera...
Calzona pronto alla rivoluzione contro il Sassuolo: dentro Gollini, Natan e Mario Rui! Cambiamenti in...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri,...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...