Forza Sassuolo
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Sassuolo, Lipani si presenta: “Non ho mai esitato a scegliere il Sassuolo”

Le prime parole da giocatore neroverde per Luca Lipani, arrivato nella sessione di mercato estiva

lipani

Luca Lipani, difensore classe 2005, neo-arrivato dal Genoa, si è presentato ai microfoni del Sassuolo in una lunga intervista.

“Giocare un Mondiale è sempre una grande emozione. E’ stata un’esperienza formativa, specialmente per chi come me, deve rappresentare il proprio paese da sotto-età ha un significato ancora più importante”.

“L’emozione della finale contro l’Uruguay è stata tanta perché giocare in uno stadio davanti a 50.000 persone, non capita tutti i giorni”.

“Abbiamo dato tutto. Prima di partire per il Mondiale nessuno credeva in noi, ma siamo poi arrivati in finale, che è un traguardo davvero importante”.

“L’Europeo U19 è stata un’emozione pazzesca, un viaggio fantastico e un grande traguardo siccome erano 20 anni che l’Italia non vinceva un Europeo U19. Un’esperienza indimenticabile”.

“Il gol contro la Spagna ha avuto un sapore di liberazione, perché venivo da un’espulsione rimediata contro il Portogallo e il mio gol ha aiutato tutti a raggiungere la finale”.

“Mi sono arricchito sia dal punto di vista calcistico che dal punto di vista umano, grazie a queste due esperienze, perché ho visitato paesi come l’Argentina e come Malta, pieni di storia e cultura”.

“Al Genoa ho vissuto una doppia promozione, perché da settembre a dicembre ho giocato con la Primavera, con la quale sono salito in Primavera 1 e poi da gennaio sono stato aggregato alla prima squadra, con la quale a fine anno abbiamo raggiunto la Serie A. Tutto in un solo anno”.

“Il mio debutto in Genoa-SPAL è stato un mix di emozioni tra la felicità per l’esordio con la maglia della mia città e la paura di giocare in uno stadio pieno, ma dopo essere sceso in campo mi sono concentrato solo sulla partita e tutto è passato”.

“Il mister (Gilardino ndr) non mi aveva detto niente, ma già da qualche giornata aveva accennato un mio ingresso in campo, che poi si è avverato”.

“La differenza tra la Primavera e la prima squadra è grande, ma grazie agli allenamenti si arriva a colmare il gap con i più grandi perché ti alleni con loro e li guardi cercando di imparare”.

“Badelj è stato un grande compagno, di grande aiuto ed è un gran giocatore, poi giocando nel mio ruolo ho cercato di imparare da lui”.

“Genoa per me rappresenta una parte fondamentale della mia vita. Ho trascorso 11 anni con la maglia rossoblù e porto dentro di me tanti ricordi e tante belle persone, è stato un orgoglio giocare con la maglia della mia città”.

“La Nazionale giovanile per me è cominciata in U15 fino all’U19.

Percorso bellissimo e formativo, che ti responsabilizza e permette di conoscere tanti altri giocatori di diverse nazionalità e, dunque, ti sprona a fare sempre meglio”.

“La chiama di Mancini è stata inaspettata ma bellissima. Ero in macchina con il mio papà ed è uscito l’elenco dei 70 convocati, tra i quali c’era il mio nome.

Indossare la maglia azzurra e vedere giocatori già affermati è stato qualcosa di indescrivibile”.

“Dopo l’Europeo è nata l’idea di venire al Sassuolo. Dopo diversi contatti non ho mai esitato a dire sì perché Sassuolo è una realtà che fornisce ai giovani la possibilità di tuffarsi nel calcio che conta”.

“Qui (a Sassuolo ndr) solo sensazioni positive. C’è un gran centro sportivo dotato di tutto e ogni singolo preparatore è sorridente e competente.

Per me è stato molto importante ricevere questo tipo di accoglienza”.

“In squadra ci sono molti giovani e sono tutti ragazzi tranquilli, mi sono subito sentito uno di loro, è stato facile ambientarsi.

Dionisi è un allenatore molto preparato, mi piace molto e sono contento di lavorare con lui”.

“Allenarsi con una squadra di Serie A è totalmente diverso, per quel che riguarda i ritmi.

Bisogna farsi trovare pronti, ma sono tranquillo perché così miglioro in fretta”.

“I miei obiettivi sono: l’esordio con la maglia del Sassuolo in Serie A e migliorarmi giorno dopo giorno”.

“Un saluto ai tifosi del Sassuolo, FORZA SASOL!”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da U.S. Sassuolo Calcio (@sassuolocalcio)

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Sassuolo
Il match dei ragazzi di Bigica, perso contro l'Inter, raccontato da noi in poche righe...
Piovani
Ecco le parole dell'allenatore delle neroverdi a pochi istanti dalla gara contro l'Inter...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

Altre notizie